Terme di Sant'Omobono

Sant'Omobono Terme, in provincia di Bergamo, si trova a 500 metri di altitudine nella bellissima Valle Imagna, zona ricca di numerosi percorsi naturalistici e contraddistinta dalla presenza di grotte naturali. 

La Valle Imagna è un'ottima destinazione per andare a cavallo, praticare il trekking o la montain bike, avendo la possibilità di rilassarsi nella beauty farm di Sant'Omobono Terme con un massaggio o praticando le cure termali nel reparto dedicato alle terme curative.

Il paesaggio è di tipo agricolo e caratterizzato dai "ronchi", tipici terrazzi sorretti da muriccioli. Il clima durante l'estate è dolce e rende la località ideale per i soggiorni estivi

Sant'Omobono Terme è conosciuto non solo per le acque e le cure termali, ma anche perché custodisce vari luoghi di culto di interesse e pregio artistico come ad esempio il celebre Santuario della Cornabusa, ricavato in una grotta e contenente una bellissima statua della Madonna.

Come arrivare:

La Valle Imagna è situata a circa 20 chilometri da Bergamo e 50 da Milano.

In auto

  • Da Milano: prendere l'autostrada A51 e seguire la direzione Tangenziale Est, continuare sull'autostrada A4, uscire a Dalmine, a Dalmine prendere la SS 470DIR, superare i comuni di Treviolo, Almè, continuare sulla SP 14, superare il comune di Capizzone, proseguire per Sant'Omobono Terme.
  • Da Bologna: dall'autostrada Adriatica A14 continuare sull'autostrada del Sole A1, seguire la direzione Cremona - Brescia, proseguire sull'A21, seguire la direzione Milano/Bergamo, in prossimità di Brescia continuare sull'autostrada A4, uscire a Dalmine, a Dalmine prendere la SS 470DIR, superare i comuni di Treviolo, Almè, continuare sulla SP 14, superare il comune di Capizzone, proseguire per Sant'Omobono Terme.
  • Da Genova: dall'autostrada A7, seguire le indicazioni per Milano, in prossimità di Milano continuare sulla A 50 e seguire la direzione per l'autostrada A51, continuare seguendo la direzione per l'autostrada A4, dall'A4 prendere l'uscita in direzione Dalmine, a Dalmine prendere la SS 470DIR, superare i comuni di Treviolo, Almè, continuare sulla SP 14, superare il comune di Capizzone, proseguire per Sant'Omobono Terme.
  • Da La Spezia: dall'autostrada della Cisa A15, seguire la direzione Milano, proseguire sull'autostrada del Sole A1, seguire le indicazioni per Cremona, continuare sull'autostrada A21, seguire la direzione Milano/Bergamo, in prossimità di Brescia continuare sull'autostrada A4 fino all'uscita di Dalmine, a Dalmine prendere la SS 470DIR, superare i comuni di Treviolo, Almè, continuare sulla SP 14, superare il comune di Capizzone, proseguire per Sant'Omobono Terme.
  • Da Bergamo: prendere la SS 470, superare i comuni Almè, Villa d'Almè, continuare sulla SP 14 e superare i comuni di Almenno San Salvatore, Strozza, Capizzone, proseguire per Sant'Omobono Terme.

Con i mezzi pubblici

La stazione ferroviaria di discesa è Bergamo. Da qui è possibile arrivare a destinazione prendendo l'autobus che porta a Sant’Omobono Terme, fermate a Almenno San Salvatore, Strozza, Capizzone, Ponte Giurino e Selino Basso.


Storia

Il dott. Giuseppe Pasta, noto protofisico del XVIII secolo, studiò con molta dedizione le proprietà delle acque termali di Sant'Omobono ed elaborò a tal proposito due volumi, uno nel 1772  e l'altro nel 1794, dove descrisse gli effetti di queste acque termali sulle svariate forme di malattia

Le acque sulfuree sono consigliate per malattie dell'apparato respiratorio, malattie dell'apparato Orl come sinusite, rinite, sordità rinogena, otite catarrale, malattie dell'apparato dermatologico come psoriasi, eczemi, dermatite seborroica, malattie gastroenteriche e dell'apparato muscolo-scheletrico come artrosi e reumatismi.

Nel 1803 e nel 1820 ne parlò con ammirazione anche il professor Maironi da Ponte. Nel 1840 Padre Ferriaro ne fece uno studio e le presentò in un libretto. Nel 1864 G. Garelli, nel suo libro “Delle acque minerali d’Italia e loro applicazioni” descrisse e indicò le acque minerali di Sant’Omobono fra le solfuree migliori fino ad allora conosciute.

Le acque e indicazioni terapeutiche

 Le acque termali: 

Le acque termali, fredde mediominerali sulfureo-salso-solfato-alcaline, sgorgano dalla Fonte della Salute a una temperatura di circa 13°C.

Le indicazioni terapeutiche: 

Patologie del fegato e delle vie biliari, della pelle, dell'apparato circolatorio, dell'apparato digerente, dell'apparato respiratorio, dell'apparato urinario e del ricambio, ginecologiche, dell'apparato locomotore. 

Le cure termali:

Humage, inalazioni, insufflazioni, irrigazioni nasali, politzer crenoterapico, ventilazioni polmonari, bagni e docce terapeutici, idromassaggi, idropercorso, fanghi, irrigazioni gengivali, cure idropiniche, irrigazioni intestinali, vaginali.

Trattamenti in evidenza

I trattamenti che si possono effettuare alle Terme di Sant'Omobono troviamo:

acquaticità, cosmesi termale, educazione alla salute, fitness, ginnastica respiratoria, massaggi, medicina estetica, trattamenti estetici, programmi antistress, riabilitazione, terapie fisiche, massoterapia, riflessologia plantare, sauna, bagno turco, visite e consulenze mediche.

Cosa fare alle Terme di Sant'Omobono

Da visitare: Sant'Omobono Terme, la Valle Imagna, il Resegone, Almenno San Bartolomeo, la Pieve di San Tomè, i monoliti carsici di Costa Valle Imagna e Bergamo.

Oltre alle terme

Grotte e fenomeni carsici: tutta la Valle Imagna regala svariate occasioni di interessanti escursioni. Oltre al Resegone, nota meta alpinistica, molto affascinante è l'itinerario speleologico. Il territorio è infatti pieno di fenomeni carsici con circa 250 grotte e numerose doline (conche chiuse) che presentano molti spunti di interesse. Alla bellezza delle concrezioni si affiancano ritrovamenti archeologici e paleontologici con presenza di rare specie di fauna cavernicola. Nel comune di Costa Valle Imagna, nelle località di Ca' Todesk, Ca' Gazzoli, Ca' Bagazzino e val de la Catoi, tra fitti boschi di latifoglie affiorano numerosi monoliti carsici.

Luoghi papali: il Santuario della Cornabusa, situato a metà montagna partendo da Sant'Omobono verso Cepino, è una basilica naturale ricavata nella roccia dedicata alla Madonna Addolorata. All'interno è custodita la statuetta lignea della Vergine col Cristo morto, del 1500. E' tutt'oggi un luogo di preghiera e di raccoglimento molto frequentato dai fedeli lombardi. Qui, Angelo Roncalli futuro papa Giovanni XXIII, celebrò il suo cinquantesimo anno di ordinazione sacerdotale e rimase sempre legato a questo luogo.

La rotonda di San Tomè: molto vicina ad Almenno San Bartolomeo si trova la bellissima chiesetta di San Tomè, uno dei più noti edifici romanici a pianta circolare della Lombardia. 

Stabilimenti termali

Villa Ortensie - Natural Spa
Villa Ortensie - Natural Spa

Nel cuore della Valle Imagna, a pochi chilometri dalla città di Bergamo, si trova il bellissimo...

Dove dormire: Hotel e B&B

Villa Ortensie - Natural Spa
Villa Ortensie - Natural Spa

Nel cuore della Valle Imagna, a pochi chilometri dalla città di Bergamo, si trova il bellissimo Centro Benessere di Villa Ortensie.

Meteo per Terme di Sant'Omobono

Venerdì 22
Venerdì 22 - Cielo Sereno
Cielo Sereno
Sabato 23
Sabato 23 - Cielo Sereno
Cielo Sereno
Domenica 24
Domenica 24 - Cielo Sereno
Cielo Sereno

Mappa Terme di Sant'Omobono

Approfondimenti per Terme di Sant'Omobono

Terme in Gravidanza

Terme in Gravidanza

Molto animato il dibattito sui benefici dell'acqua durante la gravidanza

Terme sulla neve: gelide emozioni di piacere nell'era delle immagini

Terme sulla neve: gelide emozioni di piacere nell'era delle immagini

Click ed Emoji per le foto in costume da bagno, sulla neve

San Valentino in Toscana: Rapolano Terme meta romantica per coccole a tarda notte

San Valentino in Toscana: Rapolano Terme meta romantica per coccole a tarda notte

Non solo acque termali, c'è anche la degustazione di prodotti tipici ad accompagnare il soggiorno per le coppie

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme

Vedi altre Terme Lombardia