Terme di Riccione

Dove si trovano:

Riccione si trova sulla famosa riviera romagnola, affacciata sul mare Adriatico al confine fra Emilia Romagna e Marche. La piccola ma rinomata stazione balenare infatti è incuneata fra la località romagnola di Rimini a nord e quella marchigiana di Gabicce a sud.

Come arrivare:

In quanto frequentatissima stazione balneare, Riccione presenta un’ottima situazione quanto a collegamenti e mezzi di trasporto con i quali è raggiungibile.

Si raggiunge infatti in bus dalle principali città dell’Emilia Romagna e delle Marche, in treno utilizzando la linea che congiunge Bologna con la Riviera e quella che unisce Ancona a Verona via Ferrara.

E’ quindi facilmente raggiungibile con tutti i mezzi pubblici sia lungo la direttrice nord-sud che costeggia la costa adriatica, sia lungo la direttrice est-ovest che unisce Bologna alla Riviera Romagnola.

A Riccione si arriva anche comodamente con l’aereo, grazie al vicino scalo aeroportuale di Rimini dedicato a Federico Fellini, che dista appena una decina di kilometri.

In auto, si percorre dalle città del nord, quali Torino, Milano e Firenze, via Bologna, l’autostrada A14 o la via Emilia, alternativamente, fino a raggiungere direttamente Riccione. La A14 si utilizza anche per arrivare in macchina da Pesaro, Ancona, e da tutto il litorale adriatico.

Dal centro Italia, la direttrice stradale Roma-Perugia che raggiunge Riccione attraversando tutta l’Umbria è la Strada Statale 3-bis.

Da Venezia e dal nord del Veneto si può utilizzare, alternativamente, la litoranea statale che attraversa le Valli di Comacchio, o la A13 fino a Bologna per poi immettersi di nuovo sulla A14 Adriatica in direzione della Riviera Romagnola.Si hanno notizie delle proprietà curative delle terme di Riccione sin dal primo secolo avanti Cristo, quando risulta che i soldati romani portavano i propri cavalli a camminare nei fanghi termali per ristorarli dall’affaticamento e dai dolori alle zampe.

Attorno al 300 d.C. le virtù terapeutiche di questo centro termale furono saggiate addirittura dall’imperatore Diocleziano e, successivamente, la regina Cristina di Svezia ne beneficiò nel 1657 nel corso di una visita ai Signori di Riccione al castello degli Agolanti.

Nel 1890 vengono effettuate le prime analisi scientifiche delle acque termali, che dimostrano la ricchezza di oligominerali e la loro efficacia nella cura delle disfunzioni epatiche.

Storia

Si hanno notizie delle proprietà curative delle terme di Riccione sin dal primo secolo avanti Cristo, quando risulta che i soldati romani portavano i propri cavalli a camminare nei fanghi termali per ristorarli dall’affaticamento e dai dolori alle zampe.

Attorno al 300 d.C. le virtù terapeutiche di questo centro termale furono saggiate addirittura dall’imperatore Diocleziano e, successivamente, la regina Cristina di Svezia ne beneficiò nel 1657 nel corso di una visita ai Signori di Riccione al castello degli Agolanti.

Nel 1890 vengono effettuate le prime analisi scientifiche delle acque termali, che dimostrano la ricchezza di oligominerali e la loro efficacia nella cura delle disfunzioni epatiche.

Le acque e indicazioni terapeutiche

Riccione presenta ben quattro fonti termali, classificate come sulfureo-salso-bromo-iodico-magnesiache e caratterizzate dall'elevata presenza di idrogeno solforato. Queste acque nascono dalle colline dell’entroterra riccionese e, attraverso un lungo tragitto nel sottosuolo, riemergono arricchite di quei minerali che ne conferiscono il potere terapeutico.

Le sorgenti termali di Riccione sono:

  • Fonte Isabella, acqua ad elevata concentrazione salina, possiede proprietà detossinanti e anti-edemica ed è indicata nella cura di dermatologie, patologie osteo-articolari e nei postumi di flebopatia cronica.
  • Fonte Claudia-Riccione, acqua ad elevata efficacia antinfiammatoria, miorilassante e stimolanti sul sistema immunitario. Grazie all’elevata concentrazione di zolfo è l’acqua migliore per la cura delle patologie delle vie respiratorie superiori e inferiori, per la cura della sordità rinogena e per la preparazione di fanghi terapeutici.
  • Fonte Adriana, acqua ad elevata mineralizzazione indicata in particolare per bagni termali.
  • Fonte Celestina, acqua ben tollerata da ogni organismo, e indicata per la sua efficace azione regolarizzatrice del transito intestinale, disintossicante del fegato e, in generale, depurativa, rinfrescante e tonificante.

Trattamenti in evidenza

Il trattamento più importante delle Terme di Riccione è sicuramente la fangoterapia, effettuata con il benefico fango impastato con l’acqua Claudia-Riccione, particolarmente efficace per la cura della pelle ma anche di malattie reumatiche e osteo-articolari.

L’acqua termale viene altresì utilizzata per effettuare la cura idropinica, cure inalatorie, ventilazioni polmonari ed anche balneoterapia alla temperatura di 35-37° con o senza idromassaggio. Alle piscine termali sono annesse anche il Grottino Veneziano ed il Grottino Pompeiano (temperatura rispettivamente a 42° e a 50°), le grotte artificiali per l’antroterapia.

Le terme di Riccione sono famose anche per l’annesso Centro Benessere Oasi Spa, in cui sono disponibili il Percorso Termale Sensoriale, trattamenti viso e corpo e trattamenti per capelli, oltre ad una gamma completa di massaggi ed alla linea cosmetica.

I trattamenti benessere e Salus per aquam sono uno dei principali richiami delle Terme di Riccione, anche in considerazione dell’avanguardia tecnologica degli impianti che ne fanno uno dei centri Benessere in assoluto più moderni ed attrezzati in Italia.

Oltre alle terme

A parte le Terme, la prima occupazione di chi viene nella Riviera Romagnola è sicuramente la vacanza e il divertimento: spiaggia, sole, mare e locali notturni sono un must a Riccione e dintorni, che presentano decine e decine di discoteche alle moda.

Riccione, Rimini e Gabicce mare sono il centro del turismo giovanile di mare e discoteche, ma basta spostarsi poco più a nord per un turismo più rilassato, adatto ad un pubblico più maturo: località come Cervia, Milano Marittima e tutti i lidi ravennati come Lido di Classe e Lido degli Estensi mettono insieme una vacanza di mare e tranquillità, con la possibilità anche di approfondimento naturalistico e culturale. Oltre alle città d’arte romagnole come Ferrara, Ravenna e la stessa Rimini, che presenta un centro storico di tutto rispetto, sono possibili interessanti escursioni nella Valli di Comacchio e nel Parco regionale del Delta del Po.

Le migliori offerte per Terme di Riccione

Ingresso open day alle terme
-49%

Ingresso open day alle terme

Rimini Terme- Cicli di cura per gola, naso e orecchio per adulti e bambini (sconto fino al 49%) 

Rimini

€ 155,40 € 79,99

Meteo per Terme di Riccione

Domenica 17
Domenica 17 - Cielo Sereno
Cielo Sereno
Venerdì 22
Venerdì 22 - Pioggia Leggera
Pioggia Leggera
Sabato 23
Sabato 23 - Pioggia Leggera
Pioggia Leggera

Mappa Terme di Riccione

Approfondimenti per Terme di Riccione

Natale e Capodanno alle Terme: acqua solfurea o salsobromoiodica

Natale e Capodanno alle Terme: acqua solfurea o salsobromoiodica

Il circuito termale si propone come meta invernale attraverso una serie di eventi speciali

​San Valentino alle Terme: immersi tra le stelle, party in piscina e tanti baci

​San Valentino alle Terme: immersi tra le stelle, party in piscina e tanti baci

Dove passare San Valentino, e soprattutto come trascorrere il tempo?

Terme Social: aperture stagionali anticipate dal web

Terme Social: aperture stagionali anticipate dal web

I futuri ospiti degli stabilimenti intercettati attraverso immagini, hashtag e link attivi

Terme in Gravidanza

Terme in Gravidanza

Molto animato il dibattito sui benefici dell'acqua durante la gravidanza

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme

Vedi altre Terme Emilia-Romagna