Terme di Lamezia

Terme di Caronte è la denominazione delle sorgenti termali di Lamezia Terme, che prendono il nome dalla fonte più famosa, che si trova presso la omonima contrada.

Le Terme di Caronte si trovano nell’entroterra ma a pochi chilometri dal mare, con lo sguardo rivolto verso il Golfo di Sant’Eufemia ma collocate al contempo alle pendici della catena montuosa del Riventino.

La valle in cui si trovano le Terme di Caronte si trova nel contesto del Parco Naturale Difesa Mitoio Caronte, un ambiente protetto in cui i monti sono ammantati da un bosco secolare di querce, pini e castagni che beneficiano lungo tutto l’anno del mite clima marino che vi si respira.

Come arrivare:

  • Il modo più semplice per arrivare a Lamezia da grandi distanze è utilizzare l’aeroporto della città che si trova in località Sant’Eufemia. Dall’aeroporto mancano soltanto 5/6 km, percorribili in taxi, per arrivare in al bivio della località “Bagni” che contrassegna la direzione verso le sorgenti termali.
  • In alternativa, per chi arriva in auto, si percorre sia nord che sud la A3 fino al corrispondente svincolo di Lamezia, oppure la SS 280 che consente di raggiungere la città termale dal capoluogo di provincia Catanzaro.

Storia

In epoca romana le Terme di Caronte erano senza dubbio già conosciute e apprezzate: sono molto probabilmente da identificare, infatti, con le Termae Angae di cui si parla attorno al II secolo d.C. e vengono raffigurate nelle monete dell’antica città di Terina.

In tempi più recenti vengono sfruttate dai Normanni, visto che nel 1056 Roberto il Guiscardo fa attendare le su truppe presso queste fonti per farle riavere dalal fatica della battaglia grazie agli effetti benefici di queste acque.

Nel 1716 le terme passano a Gian Galeano Cataldi, che inaugura una gestione ininterrotta dell’impianto salutare: caso pressochè unico in Italia, la famiglia Cataldi si dedica infatti all’attività termale di generazione in generazione.

Le acque e indicazioni terapeutiche

Le acque termali di Lamezia sgorgano da una diramazione secondaria della faglia di Catanzaro, che va da Capo Suvero a Capo Staletti. Le Terme di Caronte sono alimentate da due sorgenti, le cui acque termominerali sgorgano alle temperatura di 39° e sono classificate come sulfuree-solfato-alcalino-terrose-iodiche-arsenicali. Grazie alla presenza di idrogeno solforato l’acqua termale viene utilizzata per la macerazione del fango.

Le acque di Lamezia sono efficaci soprattutto nelle patologie delle alte e basse vie respiratorie, soprattutto se di tipo catarrale, grazie alla sua azione decongestionante, fluidificante, antisettica, stimolante e antiallergica.

Trattamenti in evidenza

Trattamento principale offerto dalle Terme di Caronte è la ventilazione polmonare, cui se ne affiancano numerosi altri come le irrigazioni e l’aerosol vaginale. Inalazione a getto diretto, humage e nebulizzazione completano il nucleo principale dei trattamenti tipici di Lamezia Terme.

Anche le cure per le malattie artroreumatiche sono di alto livello e comprendono bagni gorgogliati, bagni terapeutici, idromassaggio con ozono e il fango con bagno terapeutico.

Oltre alle terme

Nei pressi di Lamezia Terme si può passare una vacanza di mare e spiaggia, visto che la città dista appena qualche kilometro dalle coste del Tirreno, su cui si affaccia con una ampio golfo con un lido lungo diverse decine di kilometri.

La stessa città di Lamezia presenta numerose attrattive degne di menzione fra cui l’antichissima Cattedrale dei Santi Pietro e i Santuari della Madonna della Spina, della Madonna del Soccorso e della Madonna di Porto Salvo. Imponenti anche le possenti architetture militari presenti in zona, come il Bastione di Malta costruito per l’avvistamento dei saraceni e i ruderi del Castello Normanno-Svevo.

Nei dintorni della città è possibile trovare molte aree verdi, per un relax nella natura: il Parco e il Giardino Botanico, la grandissima oasi naturalistica a macchia mediterranea del Parco Mitoio, e il vastissimo Parco Urbano di San Pietro Lametino.

Notevoli anche i molti siti archeologici di Lamezia, come le Grotte del Monte Sant’Elia che conservano tracce del periodo Neolitico, i ruderi dell’abbazia benedettina di Santa Maria fondata da Roberto il Guiscardo, ma soprattutto il sito archeologico della antica colonia greca di Terina fondata dai crotonesi e distrutta nel 203 a.C. da Annibale e dai cartaginesi.

Meteo per Terme di Lamezia

Venerdì 19
Venerdì 19 - Poche Nuvole
Poche Nuvole
Sabato 20
Sabato 20 - Cielo Sereno
Cielo Sereno
Domenica 21
Domenica 21 - Cielo Sereno
Cielo Sereno

Mappa Terme di Lamezia

Bonus terme, l’elenco delle strutture accreditate regione per regione

Bonus terme, l’elenco delle strutture accreditate regione per regione

Scopri le strutture termali che aderiscono al bonus terme regione per regione e a quali indirizzi e-mail richiedere il bonus

Benessere e Comunicazione: giornalisti alle Terme Luigiane

Benessere e Comunicazione: giornalisti alle Terme Luigiane

Federterme porta ad esempio l'evento creato per una corretta comunicazione sul termalismo

Dalla Rupe del Diavolo un'acqua utile per i bambini

Dalla Rupe del Diavolo un'acqua utile per i bambini

Le cure termali sarebbero ottimali per l'immunizzazione dei più piccoli

Terme e Zolfo: acqua e fango da Caronte alle Alghe bianche

Terme e Zolfo: acqua e fango da Caronte alle Alghe bianche

Il termalismo ha spesso richiami mitologici confermando a distanza di secoli intuizioni di popoli antichi

Vedi altre Terme Calabria