Nuovo Centro Benessere con acqua termale a Ponte di Legno

Pubblicato: 13/12/17 12:12

Sci e Terme, il binomio vincente vede aumentare la proposta con una nuova apertura. In provincia di Brescia nella più grande stazione sciistica della Lombardia con 100 Km di piste sta per arrivare un nuovo centro termale dedicato espressamente al Benessere. Si tratta di una sfida che la località, meta invernale di eccellenza, lancia davanti a numerosi competitor quali Bormio e Brunico.

I lavori del nuovo centro inizieranno nel 2018 ed il disegno è di un architetto toscano, Marco Casamonti di Archea che ha recentemente presentato il progetto durante un incontro pubblico allietato dalla colonna sonora di Vasco Rossi "Come nelle favole" il testo scelto che potrebbe essere anche il claim della nuova struttura alpina.
Qualche anticipazione? Il profilo della struttura ricorderà le vette del vicino massiccio del Castellaccio. Il Centro Benessere avrà l'aspetto di un crepaccio di un ghiacciaio e vasche sul fondo e un'altra posta a trenta metri di altezza proiettata verso le nuvole. Le vasche saranno collegate per mezzo di una scala monumentale che serpeggia appesa a pareti trasparenti per dare accesso ad altri livelli dell'edificio.

Federterme calcola che "per Ponte di Legno saranno necessari almeno 25 milioni di euro, ma l'amministrazione comunale di Ponte di Legno non intende rinunciare a un progetto considerato strategico". Mario Bezzi, presidente della Società che gestisce i 40 impianti di risalita della stazione sciistica spiega: "Il grande sogno di dieci anni fa ci ha permesso di installare i nostri impianti che ci hanno messo sullo stesso piano dei più importanti comprensori nazionali e internazionali. Ora dobbiamo completare la nostra offerta turistica e all'interno di questo percorso il benessere psico-fisico diventa un asset fondamentale. Con il nuovo centro termale, proporremo un'attrattiva che già hanno tutte le località alpine più importanti: Bormio, Brunico, Bressanone. In più contiamo di rivitalizzare anche le seconde case, ridando slancio all'economia locale".

Il sindaco Aurelia Sandrini spiega che "non si tratterà di un Centro termale convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale, ma di un Centro Benessere, sia pur dotato di acqua Termale".
"Basta guardare i disegni - commentano da Federterme - diffusi con il Progetto, per rendersi conto che la filosofia di fondo è quella di integrare un'offerta destinata ai vacanzieri, con servizi di altissima qualità quale appunto un Benessere praticato in un ambiente unico".

Un nuovo punto di riferimento dunque per gli amanti del termalismo che amano anche lo sport invernale, ma una volta realizzato, il suggestivo centro benessere, potrebbe riservare sorprese per altre stagioni dell'anno. 

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme