Fanghi di Puglia: le 11 polle del piacere termale

Pubblicato: 13/02/16 13:02 da

Alle Terme di Torre Canne, in Puglia, ci sono 11 polle provenienti da corsi d’acqua sotterranei e due di queste sono state particolarmente studiate dal lato fisico - chimico e terapeutico: "la polla numero 11 denominata Torricella e quella numero 3 denominata Antesana". Hanno azione antinfiammatoria, decontratturante, immunostimolante, mucolitica, decongestionante, eutrofica, cheratoplastica, riattivante del metabolismo ed azione sedativa.
Torre Canne è una località turistica che si trova nel Comune di Fasano, in provincia di Brindisi ovvero nel cuore della Puglia genuina e "selvaggia", forse l’area di maggior interesse ambientale e storico-culturale dell'intero territorio.

Importanti proprietà riconosciute per la cura dell’organismo sulle quali si fonda poi l’efficacia dei trattamenti erogati.
 Le acque delle sorgenti Antesana e Torricella sono acque fredde e per la maggiore concentrazione dei sali in esse disciolte sono definite “Acque minerali cloruro - solfato - sodiche, lievemente bromurate” con un residuo secco che nella Torricella è di gr 7.5275 e nell’Antesana di gr 9.09002.

 Alle Terme i fanghi sono naturali poiché è nel canale di scarico e nei laghetti originati dalle sorgenti che si trova il deposito di fango formatosi per millenni e composto principalmente da silicato di calcio allumina e ferro con piccole quantità di magnesio, iodio e tracce di fosfati, mescolato con detriti organici.

 Grazie alla maturazione nelle acque termali ha proprietà terapeutiche e si presenta sotto forma di pasta naturale in granuli d’argilla e acqua termale presente all’interno di un laghetto dove sboccano le polle d’acqua sorgiva termale.

Dalla struttura avvisano che "L’acqua, utilizzata con le metodiche previste dalle cure termali, apporta nei diversi organi effetti molto positivi, riequilibrando molte funzioni dell’organismo umano e non ha alcun effetto collaterale.I clienti abituali delle terme migliorano il proprio benessere generale che si protrae per lunghi periodi anche d’inverno". 

La fangobalneoterapia e la balneoterapia sono i trattamenti termali che riducono il dolore, migliorano la circolazione sanguigna, aumentano il tono muscolare ed il recupero della funzionalità articolare: "Sono indicate per il trattamento delle malattie reumatiche e ortopediche: osteoartrosi localizzata o diffusa, cervicoartrosi, lombartrosi, esiti di interventi per ernia discale, opatia, periartrite scapolo-omerale, esiti di poliartrite reumatica, osteoporosi, reumatismi extra-articolari, fibromialgia, tendiniti, fibrositi".

La fangoterapia esplica un’azione antinfiammatoria, analgesica, sedativa, stimolante del sistema immunitario e del ricambio cellulare, oltre a favorire i processi naturali detossinanti: "Indicata per patologie acute e croniche dell’apparato muscolo-scheletrico. L'efficacia di questo trattamento è massima se associato a balneoterapia in vasca con idromassaggio o in piscina termale".

Ultimi articoli

Estate di meditazione: Luglio e Agosto, Yoga alle Terme

Yoga e percorsi benessere, nel cuore della Fonte Termale

  • Pubblicato: 26/06/16 14:06

Nella SPA Resort, melatonina ricavata dalle piante alpine

Idrata e rivitalizza il corpo, rilassa e distende la mente, è presente nei trattamenti di Borgobrufa  di Torgiano

  • Pubblicato: 25/06/16 14:06

Terme di Venturina, brezza marina sul Cratere di Toscana

La brezza marina raggiunge le sorgenti termali

  • Pubblicato: 24/06/16 12:06

Tra la via Emilia e il wellness: i segreti di Castel San Pietro

Un’attenzione particolare è riservata ai bimbi, che si sottopongono a cure inalatorie per le affezioni delle prime vie aeree

  • Pubblicato: 23/06/16 15:06

Le acque di Sirmione e San Pellegrino conquistano la Cina

Quando a fare selezione sono i grandi esperti internazionali a caccia di location irrinunciabili

  • Pubblicato: 22/06/16 15:06

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme
{* *}