Terme libere di Castel Sant’Angelo – Cotilia

Le terme libere di Cotilia sono costituite da due laghetti di acqua intensamente solforica poste nelle immediate vicinanze dello stabilimento termale, in un’area famosa sin dai tempi dell’imperatore Vespasiano (che qui aveva una villa come il figlio Tito) per le sue sorgenti termali.

Il contesto ambientale delle terme libere di Cotilia, poste a pochissima distanza dall’area archeologica che conserva le rovine dell’antico centro sabino-romano di Aquae Cutiliae (fra cui le antiche terme) è caratterizzato da piccoli specchi d’acqua che, per il colore e la fitta vegetazione circostante, fanno pensare alle brillanti acque dei Caraibi.

Le acque sono tipicamente acidule e ferrose, oltre che ricchissime di zolfo. Sgorgano da due diverse fonti, dette “Vecchi Bagni” e “Nuovi Bagni”, le quali, a cagione della vasta portata, creano per l’appunto i due laghetti visibili ai margini della strada.

Come raggiungere i bagni gratuiti di Cotilia

Percorrendo in auto o in autobus la Statale 4 Salaria, da Rieti o dall’Adriatico, si raggiunge il Comune di Castel Sant’Angelo fino alla frazione, bene segnalata lungo il percorso, di “Terme di Cotilia”.

Ai margini della strada si notano quindi reti metalliche che segnano il confine dell’area che racchiude i due laghetti termali. Il piccolo specchio termale sulfureo si vede benissimo dalla Salaria (sulla sinistra per chi viene da Rieti) e si trova in corrispondenza di un’area di sosta con parcheggio in cui trovate un bar ed un negozio che offre prodotti locali tipo porchetta e pecorino. Non vi potete sbagliare.

Consigli utili

La balneazione nel laghetto termale di Cotilia è attualmente, purtroppo, sospesa per motivi di sicurezza. L’area, recintata, è accessibile per la sola visita solo dietro richiesta e relativo permesso accordato dalla società che gestisce lo stabilimento termale di Cotilia.

Sappiate quindi che, se decidete di scavalcare la rete e magari fare il bagno nelle acque sulfuree, lo state facendo a vostro rischio e pericolo, non solo perché senza permesso in un’area privata, ma anche in considerazione dell’elevato tenore solforico delle acque termali.

Molti turisti e locali suppliscono facendo il bagno nel vicino laghetto di Paterno, di origine vulcanica: anche in tale specchio d’acqua la balneazione è in realtà vietata, ma evidentemente le autorità locali sono molto permissive in merito.

Curiosità sulle terme gratuite di Cotilia

L’antica località di Aquae Cutiliae, e per la precisione il piccolo lago di Paterno che si trova nelle immediate vicinanze dell’attuale area archeologica, era considerato in epoca romana il fulcro, ovvero il punto centrale, della penisola italica. Come testimoniato da autori latini quali Plinio, Seneca e Varrone, infatti, questa località vantava il titolo di umbilicus Italiae , e come tale l’isoletta al centro del lago veniva ritenuta sacra alla dea Vacuna e resa inaccessibile tramite recinti sulle sponde del lago.

Altra curiosità riguarda la leggendaria storia del martirio di San Vittorino: il santo martire cristiano sarebbe caduto vittima della persecuzione dei cristiani nel 96 d.C., anno in cui fu ucciso appendendolo a testa in giù, sospeso proprio sulle acque sulfuree del laghetto di Cotilia, le cui intense esalazioni lo avrebbero intossicato per tre giorni fino a farlo morire avvelenato.

Meteo per Terme di Cotilia

Venerdì 19
Venerdì 19 - Cielo Sereno
Cielo Sereno
Sabato 20
Sabato 20 - Cielo Sereno
Cielo Sereno
Domenica 21
Domenica 21 - Cielo Sereno
Cielo Sereno

Mappa Terme libere di Castel Sant’Angelo – Cotilia

Terme gratuite per chi sceglie Latronico, in Basilicata

Terme gratuite per chi sceglie Latronico, in Basilicata

La proposta del sindaco è rivolta soprattutto ai pensionati ed usa l'acqua termale come incentivo per il ripopolamento della località termale

​Sollievo dalle patologie respiratorie con le acque termali

​Sollievo dalle patologie respiratorie con le acque termali

Allergie, riniti, faringiti e otiti: come curarle efficacemente alle terme

​A Genova le terme incontrano il tennis

​A Genova le terme incontrano il tennis

Alle Terme di Genova il benessere incontra lo sport