Terme di San Teodoro: acqua e fango dell'Alta Irpinia

Pubblicato: 14/03/17 15:03

Sabato 25 marzo "Cure termali, Applicazioni e benefici Prescrizione dematerializzata" sarà il tema del convegno medico organizzato alle Antiche Terme di San Teodoro in Contrada Bagni a Villamaina, in provincia di Avellino.

Le Terme di San Teodoro sono a Villamaina, nell’Alta Irpinia, in provincia di Avellino. Villamaina è un piccolo borgo di circa 1000 abitanti a 40km dal capoluogo, da Benevento e dal confine con la Puglia.
Le fonti si trovano nei pressi della località Fonte Formulano, dove sono stati ritrovati mosaici di epoca romanica.
Le acque sono sulfuree e solfato-bicarbonato-alcalino-terrose e sgorgano alla temperatura di 28 gradi. Ricche di minerali le acque termali avrebbero soprattutto effetti disintossicanti ed anti-allergici. Importante anche la fangoterapia, il trattamento crenoterapico è il più richiesto nel sito termale.

Gli esperti di Federterme ricordano che l'acqua è "ricca di anidride carbonica. Particolarmente indicata per cure idroponiche, fangoterapia, balneoterapia, idromassaggi specialistici, inalazioni e riabilitazione respiratoria, motoria e vascolare".

L’attività termale risale alla seconda metà del XVII secolo, nella Valle d’Ansanto famosa per i suoi fenomeni termali: note le proprietà delle acque che sgorgano nei pressi del Lago della Mefite, ricco di fumarole e fanghi bollenti, cui le terme sono collegate attraverso un bacino idrogeologico di natura vulcanica. Plinio il Vecchio, Aulo Persio e Siconio Apollinare sono testimoni storici dell'attività geologica del luogo.
Le terme nate nel '700 sono state ristrutturate dopo il terremoto che ha colpito l’Irpinia nel 1980.

Oltre ai fanghi termali anche i trattamenti quali l'idropinoterapia e la balneoterapia attirano l'interesse degli ospiti per quanto riguarda il benessere delle vie respiratorie, dell’apparato digerente e della pelle.

L’Area Archeologica della Valle d’Ansanto che ospita il laghetto bollente dalle acque sulfuree, è tra i luoghi più visitati grazie anche ai resti del tempio della dea Mefite, divinità adorata dalle popolazioni irpine.
 La Comunità Montana dell’Alta Irpinia ha istituito tre percorsi: la Via della Natura, la Via della Fede e la Via dei Castelli, itinerari ambientali e paesaggistici, alla scoperta di chiese e santuari ma anche rocche, manieri e borghi medioevali.

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme