Prevenzione della osteoporosi, i benefici del fango termale

Pubblicato: 29/06/19 18:06

Alle Terme di Riolo Bagni sono andati in scena due giorni di immersione totale nella medicina termale che sono serviti per approfondire la conoscenza della osteoporosi con indicazioni mediche e terapeutiche oltre ad utili consigli su come sfruttare i principi dell'acqua termale per intervenire sull'organismo in fase preventiva.

"Circa 5 milioni di persone in tutta Italia sono interessate alla patologia metabolica conosciuta come osteoporosi, soprattutto coloro che superano i 50 anni" hanno spiegato i medici che hanno evidenziato come la stessa sia caratterizzata dall'impoverimento di minerali che portano al deterioramento delle ossa rendendole fragili ed esponendole alle fratture. 

Il direttore sanitario delle Terme di Riolo Bagni, Andrea Flamigni, ha rinnovato l'invito ad effettuare un controllo in merito alla patologia esaminata e nel curare gli incontri sono state sottolineate le ricadute non solo fisiche ma anche psicologiche sull'essere umano che può accusare emotivamente l'alterazione del proprio stile di vita dovuto all'indebolimento corporeo.

A Riolo è possibile trovare l’unico fango sorgivo dell'Emilia Romagna che nasce dalle viscere della terra miscelato all'acqua salsobromoiodica e sgorga sospinto da gas metano e anidride carbonica. Si tratta di un fango maturo all'origine, "ricco di un substrato di sostanze minerali" ma la lunga permanenza in acqua termale provoca una "seconda maturazione" che consente "la prosecuzione di fenomeni chimici, fisici e biologici che ne incrementano le proprietà terapeutiche".

Tra le azioni terapeutiche troviamo quelle: antidolorifica, miorilassante, rimineralizzante, rivitalizzante ed antiinfiammatoria. Le indicazioni mediche si indirizzano sui casi di osteoartrosi e tutte le forme degenerative articolari, reumatismi extra-articolari e sindromi dolorose ad esse collegate.

Ma perché il fango di Riolo è migliore? Perché "presenta ottime caratteristiche generali con un Ph alcalino, un indice di rigonfiamento elevato, che consentono una notevole capacità di ritenere il calore, ceduto lentamente durante tutta la seduta" inoltre, "il contenuto di cationi scambiabili risulta elevato, ciò si verifica per il calcio, le cui capacità terapeutiche risultano importanti perché l’assorbimento avviene in contrasto con i gradienti osmotici e con risultati concreti sulla riduzione delle contratture e delle tensioni muscolari antalgiche".

Come si svolge la seduta? "In una camera dotata di lettino, vasca o doccia di pulizia, l'ospite disteso sul lettino, viene cosparso da uno strato di 10 cm di fango sorgivo alla temperatura di 47°C o a temperature inferiori secondo prescrizione medica. Il fango viene ricoperto da telo specifico e coperte per evitare la rapida dispersione del calore. La durata dell’applicazione è di 20 minuti, dopo il fango viene rimosso con acqua salsobromoiodica, in vasca o doccia di pulizia. Asciugata e ricoperta, la persona resta in posizione sdraiata, continuando a sudare, nella cosiddetta fase di reazione".

GoGoTerme

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme