Yoga nel Parco termale: appuntamento a Riolo Terme

Pubblicato: 18/05/18 16:05

  Alle Terme di Riolo lunedì 2 Aprile è ripartita la stagione termale che si concluderà sabato 24 novembre. Sono tante le iniziative pensate per avvicinare il pubblico alla struttura, una di queste sembrerebbe essere risultata particolarmente interessante, andando ad intercettare una richiesta di attenzione al proprio corpo ed alla propria forma mentale espressa soprattutto dai più giovani.

Ogni domenica alle 11:30, lo staff termale invita gli ospiti per una lezione di hatha yoga con l'istruttore Matteo Quadralti.

Tante le combinazioni possibili: Lezione di yoga singola, un pacchetto con più lezioni, lezione di yoga e light lunch al Ristorante Grand Hotel Terme Riolo, ed ancora piscina mattutina pre-lezione con lezione yoga e light lunch.

Appuntamento domenica 20 maggio. L'esperienza sarà replicata, sempre di domenica, il 27 maggio ed a giugno nei giorni 3, 10, 17 e 24 giugno.

Le Terme di Riolo sono rinomate per la cura idropinica che ben si sposa con la disciplina dello yoga e rientra in quel trend che caratterizza il termalismo moderno, biologico e biodinamico. 
"La terapia idropinica prevede di bere da due a cinque bicchieri di acqua Breta al giorno, preferibilmente al mattino e a digiuno" spiegano i medici dello staff termale.
Ed aggiungono "Bene bere lentamente, lasciando passare un lasso di tempo tra un bicchiere e l'altro, favorendo così una miglior assimilazione dell'acqua. La terapia dura da un minimo di 10-12 giorni ad un massimo di 20 giorni, tempo necessario per ripristinare le normali funzioni dell'apparato digerente".

Ma quali sono le caratteristiche dell'Acqua Breta? "Nel Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola, da una falda posta ad 80 metri di profondità, l'acqua viene caricata progressivamente di sali minerali presenti nella crosta terrestre da oltre 500 milioni di anni. Durante il percorso verso la superficie, l'acqua attraversa depositi di calcare, diaspri, macigno e argilla, ovvero filtri naturali che sottraggono all'acqua tutte le impurità nocive, lasciandone intatto il corredo biochimico".

Il territorio si presenta ai viaggiatori come uno dei più ricchi per numero e varietà di acque medicamentose, sono circa sessanta le differenti sorgenti, fra loro ulteriormente distinte per caratteristiche dell'acqua.
A tal proposito la direzione sanitaria ricorda che è possibile arrivare a Riolo con le indicazioni utili per sviluppare un percorso personalizzato poiché "Le proprietà chimiche e fisiche proprie delle acque sono innumerevoli e implicano specifiche indicazioni terapeutiche, che il Medico di Famiglia può consigliare".

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme