Terme e capelli, come eliminare la forfora con il fango

Pubblicato: 13/12/14 20:12

L'acqua salsobromoiodica a base di zolfo è tra le tipologie d'acqua termale più conosciute e più impiegate nei vari trattamenti termali: dai bagni, ai fanghi, agli aerosol e alle nebulizzazioni. Ma l'effetto seboregalatore e rinforzante dell'acqua termale sulfurea aiuta anche il benessere del capello: succede alleTerme di Riccione dove dopo un'attenta visita dermatologica e una valutazione della salute del capello e del cuoio capelluto vengono prescritti trattamenti personalizzati. 

Maschere di fanghi e detergenti per capelli con acqua termale servono a prevenire la caduta e a combattere la forfora. Le Terme di Chianciano hanno approntato una linea cosmetica dedicata al benesseere del capello, il principio base dei prodotti è l’acqua termale Santa che grazie alla sua classificazione bicarbonato solfato calcica svolge un’azione rimineralizzante che aiuta i capelli a ritrovare nuova vitalita’ mentre il contenuto di zolfo e magnesio favorisce l’effetto purificante utile per ripristinare l’equilibrio ottimale del cuoio capelluto.

La lunga tradizione delle Terme di Tabiano ha da tempo elaborato una ricca gamma di cosmetici all'acqua termale d'eccellente qualità, una delle linee più amate è proprio quella tricologica che grazie allo zolfo naturale, agisce in profondita su cuoio capelluto e capelli ridonando loro lucentezza e salute.
Ne fanno parte lo Shampoo Seboequilibrante che con aggiunta di estratto d'ortica elimina a fondo l'eccesso di sebo e la forfora grassa rispettando i capelli e senza alterarne la struttura elastica e il Fango ristrutturante per il cuoio capelluto appositamente formulato come rimedio all'eccessiva desquamazione del cuoio capelluto come si verifica in corso di dermatite seborroica e psoriasi.

GoGoTerme

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme