Terapia idropinica: un buon bicchiere d'acqua migliora la salute

Pubblicato: 05/11/18 15:11

Talvolta, fare qualcosa per la nostra salute è facile come bere un bicchier d'acqua. Letteralmente. Parliamo di un tipo di cura termale: la terapia idropinica. La terapia idropinica è un trattamento che consiste nell'ingestione di un certo tipo di acque minerali. Semplicemente bevendo, infatti si ottengono risultati molto positivi. Significativi nella cura di particolari problemi o affezioni che le proprietà delle acque aiutano a combattere. Sono le sorgenti stesse a fornirci direttamente dei veri e propri elisir in questo senso: le concentrazioni di ioni inorganici contenute in esse rappresentano l'efficacia in termini salutistici delle cure idropiniche.

Benefici della terapia idropinica
I fluidi ingeriti vanno a irrorare gli organi coinvolti nella disintossicazione del nostro corpo e ne agevolano le funzioni di eliminazione delle scorie. Intestino, reni, cute e polmoni giovano particolarmente di questa terapia. Le acque curative aumentano la diuresi e lubrificano gli organi addetti alle mansioni disintossicanti che lavorano costantemente per noi.

Le patologie della pelle vengono trattate con la sudorazione indotta dalla terapia idropinica. Le acque risultano particolarmente efficaci nel trattamento di patologie delle pelle soprattutto a carattere subacuto-cronico come la psoriasi. Inoltre sono efficaci per risolvere alterazioni ematochimiche causate dall'attività muscolare negli sportivi.

La terapia idropinica velocizza i processi naturali con cui il nostro corpo elimina quello che produce di troppo, facilita la diuresi e l'eliminazione di feci. Inoltre è particolarmente raccomandata in presenza di calcolosi renali e nelle sindromi iperuricemiche. Le vie renali traggono giovamento eliminando i dolorosi calcoli e preservando le vie urinarie da numerosi problemi. Grazie all'alto contenuto di solfato di magnesio, risulta utile anche nei casi di stitichezza cronica e varietà stiptica del colon irritabile. Inoltre alcune acque hanno una grande concentrazione di ferro quindi sono suggerite per la cura di anemie. Una parte considerevole di anidride carbonica, che viene assunta secondo determinate cure idropiniche, migliora secrezione e motilità gastrica. Ma le acque sorgive possono aiutarci anche nei rpoblemi legati alla digestione, nei casi di gastriti e colecistopatie non calcolose, conseguenti a epatiti o insufficenze del fegato.

Prima di iniziare qualsiasi dieta, tuttavia consigliamo di consultare un professionista specializzato come nutrizionista o dietologo. Inoltre non è indicata in caso di reflusso gastro-esofageo, gastrite in fase acuta, ulcera gastrica, colite, dolori addominali in atto. Le acque con concentrazione di solfato e magnesio vengono usate in caso di stipsi cronica e nella varietà stiptica del colon irritabile.

La cura idropinica risulta in genere gradita e ben tollerata, ma va condotta secondo modalità precise, indicate dai medici che effettuano le visite di ammissione alle cure termali. In ogni curaidropinica, la qualità, le quantità e le modalità d'assunzione dell'acqua devono essere prescritte dal medico.

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme