Malanni di stagione: nella Biosauna con le erbe delle antiche Foreste Casentinesi

Pubblicato: 07/12/18 09:12

Nelle Thermae dell’Antica Roma la cura con le erbe era un rito conosciuto ed apprezzato, una usanza comune già all'epoca sperimentata contro i malanni di stagione.
 Dalle erbe officinali, in alcuni casi dotate di gradevole profumazione, si ricavavano unguenti per la cura del corpo e oli essenziali che servivano ad effettuare cure inalatorie. 

  A Bagno di Romagna quel benessere antico rivive nel percorso che inizia dall'Herbarium, la sauna in cui si diffondono le proprietà terapeutiche delle erbe. e prosegue con una sosta nel Frigidarium, dove un bagno di ghiaccio e docce calde e fredde promettono un impatto dalla forte e piacevole sensazione rigenerante.

 Per una sosta ideale che "libera le vie respiratorie, tonifica la pelle, disintossica il corpo, scioglie le tensioni muscolari e riduce lo stress" lo staff di Terme Santa Agnese consiglia oggi di provare la sauna dolce, alla temperatura soft di 60° ha un grado di umidità del 50%, qui si diffondono le proprietà terapeutiche delle erbe, provenienti dalle antiche Foreste Casentinesi.

Dalle antiche Thermae la struttura eredita anche i bagni in acqua fredda ai quali si passava dopo la sosta negli ambienti più caldi. Vasche rotonde o rettangolari contengono del ghiaccio che dopo la sauna, provoca uno shock termico. Obiettivo è ottenere una forte azione rigenerante.
Pratica che viene da sempre eseguita anche nei paesi nordici.

Le Terme Santa Agnese, propongono agli ospiti moderni "un’esperienza unica di benessere fra l’antico e il moderno in cui ti sentirai il vero protagonista di un Percorso Termale Romano". Un percorso in cui farsi coccolare da riti benefici e purificanti, favorendo un processo detossinante e depurativo.

Completano il percorso ispirato all'Antica Roma Tepidarium e Calidarium.
Il primo è alimentato da una sorgente termale a 39° mentre nel secondo la sorgente è ipertermale a 45°.
Come funziona? "Con l'effetto sudatorio - spiega lo staff che ha in cura gli ospiti - tutti i sistemi enzimatici sono stimolati; si modifica la riserva alcalina e il ricambio metabolico che stimola le cartilagini. Il passaggio graduale tra i due ambienti rende gradevole il soggiorno, stimolando la formazione di mediatori endocrino-metabolici e favorendo un intenso processo depurativo e detossinante che regala una immediata sensazione di benessere psicofisico".

Un po' di storia. In epoca romana Bagno di Romagna era Balneum. Qui vi era un vasto complesso termale pubblico con culti salutari che si affidava alle sorgenti naturali di acqua calda ipertermale.
Sono oggi riconoscibili resti di colonnato nella piazzetta ed in prossimità della sorgente. Oltre ad alcune monete è stata rinvenuta una statuetta in bronzo raffigurante una giovane donna con un piatto usato all'epoca per cerimonie sacrificali.

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme