Acqua e trattamenti per la riabilitazione, non solo cura delle patologie

Pubblicato: 25/08/16 13:08

Esistono programmi mirati per la prevenzione e per la terapia, ma c'è anche la riabilitazione che riscuote sempre maggiore apprezzamento ed interesse non solo da parte di chi soffre abitualmente di fastidi fisici come accade ad esempio agli sportivi, ma risulta essere valida per quanti si avvicinano al termalismo con l'obiettivo di alleviare i disturbi muscolari ed ossei oppure intervenire sulle alterazioni posturali e funzionali.
Sono da non trascurare gli effetti sul benessere psicologico prodotti dalla permanenza in un ambiente tranquillo e rilassante quale è il soggiorno presso i Centri Termali.

 I centri fisioterapici presenti in Italia sono di alto livello ed alcune strutture delle Thermae Abano Montegrotto presentano team di medici specialisti in fisiatria e riabilitazione motoria, coadiuvati da fisioterapisti e personale altamente qualificato.

  Particolarmente seguita è la kinesiterapia o fisiokinesiterapia quel ramo della medicina riabilitativa dove la terapia si basa sul movimento necessario per risolvere la maggior parte delle patologie osteoarticolari traumatiche e post-operatorie.
Gli esperti evidenziano l’utilità di questi trattamenti nella cura e prevenzione dei disturbi muscolo-scheletrici ed in particolare affermano che "La fisiokinesiterapia nelle nostre strutture, come tecnica il cui fine è “conservare o recuperare il movimento”, viene eseguita e completata anche da altri tipi di massoterapia quali linfodrenaggio o shiatzu".

La riabilitazione motoria offre a chi sia affetto da molteplici patologie articolari "una condizione di vita migliore tale da poter convivere con traumi importanti o malattie degenerative molto diffuse".

Fisioterapia e trattamenti termali coesistono? Esiste la idrokinesiterapia o fisioterapia e fisiokinesiterapia in acqua termale "La mancanza assoluta di controindicazioni, avvalendosi di terapie fisiche e manuali, ne consiglia un vantaggioso abbinamento allo stabilimento termale, generoso nelle caratteristiche naturali delle acque ipertermali ed ipermineralizzate salso-bromo-iodiche".

Presso un Centro di Riabilitazione Termale tra le principali condizioni patologiche di origine osteoarticolare che trovano indicazione ad essere trattate vi sono le patologie di tipo degenerativo e reumatiche o post-traumatiche e post-chirurgiche, l’osteoporosi, le ipotrofie muscolari, le rigidità articolare, le alterazioni posturali e funzionali.

Per ognuna viene studiato e previsto un programma terapeutico; la scelta del tipo d’intervento e delle modalità di erogazione devono considerare la fase della patologia e gli obiettivi da realizzare.
"La possibilità di sfruttare l’effetto sinergico decontratturante, antalgico e antinfiammatorio della cura termale può favorire l’effettuazione dell’esercizio cinesiterapico con il risultato finale auspicato di produrre, in numerose patologie muscolo-scheletriche, un più rapido e completo recupero motorio-funzionale nonché una possibile prevenzione su ulteriori peggioramenti".

Il personale di Abano e Montegrotto afferma che l’intervento fisio-riabilitativo è "un irrinunciabile complemento e perfezionamento dei tradizionali trattamenti termali in numerose condizioni patologiche osteoarticolari; questa integrazione tra Medicina Termale e Medicina Riabilitativa viene modernamente definita Medicina Riabilitativa Termale".

GoGoTerme

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme