A scuola di Psoriasi con i consigli di Comano

Pubblicato: 01/10/16 13:10

Alle Terme di Comano viene proposto un approccio al paziente, che alle cure naturali aggiunge la proposta della Scuola della Psoriasi.
La psoriasi interferisce sulla qualità della vita con ricadute sullo stato emotivo: incide su autostima, immagine di sé, relazioni personali e sociali, vita sessuale e lavoro.

I medici termali ritengono sia importante "sviluppare competenze di auto-trattamento e ricevere un supporto psicologico adeguato al fine di migliorare l’impatto emotivo di questa patologia".
Incontri i cui i partecipanti possono confrontarsi, condividere le proprie esperienze e fare domande agli specialisti.

La Scuola della Psoriasi delle Terme di Comano è un’esperienza unica in Italia dove ai pazienti durante il soggiorno vengono resi noti fattori curativi quali il cambiamento di clima, le abitudini di vita e la distensione psichica. 
 I dermatologi delle terme hanno studiato un programma di educazione terapeutica che insegna a gestire la psoriasi nella quotidianità migliorando la qualità di vita di chi soffre di questa patologia

Ogni mercoledì alle ore 14.00 presso la Sala Dolomiti del Grand Hotel Terme la partecipazione è gratuita, con prenotazione obbligatoria all'accettazione. Ma oltre alla Scuola è possibile partecipare alla Scuola dei Corretti Stili di Vita e alla Scuola: cibo e dintorni poiché "Un corretto stile di vita e una corretta alimentazione aiutano a migliorare il benessere di tutto il corpo e quindi anche della pelle".

I trattamenti a base di bagni in acqua termale e fangature di argilla maturata in acqua termale sono tra i rimedi più consigliati dalle riviste specialistiche che tendono spesso a segnalare come la patologia, che non è contagiosa, sia molto poco conosciuta e siano dunque auspicati se non addirittura necessari incontri periodici con gli esperti per sottoporre loro tutte quelle domande e perplessità che solo convivendo con la patologia possono essere espresse compiutamente.

La cura termale di Comano prevede la balneoterapia, anche in abbinamento alla fototerapia. "I bagni termali, come dimostrato da importanti studi medici, riducono l’irritazione, l’infiammazione, la soglia di eritema, il prurito e prolungano i tempi di remissione fra una fase acuta e l’altra. Gli effetti della terapia termale durano nel tempo, senza effetti collaterali" spiegano gli esperti del centro di riferimento convenzionato.

L'acqua bicarbonato calcio magnesiaca a temperatura costante di 27 gradi, avrebbe quelle proprietà anti-infiammatorie, lenitive ed emollienti, utili ad inibire la produzione e secrezione di citochine e chemochine proinfiammatorie delle cellule psoriasiche agendo così sul meccanismo dell’infiammazione e riducendone significativamente l’attività.

"Un rimedio naturale, senza controindicazione, efficace come alternativa terapeutica o come integrazione ad altre cure eseguite durante l’anno. Consente di effettuare una pausa nell’assunzione di farmaci per via sistemica necessari nelle forme gravi di psoriasi e di ridurre comunque l’uso dei farmaci topici tra un ciclo curativo e l’altro" aggiungono gli esperti di Comano.

Cosa prevede la balneoterapia? "Bagni termali con immersione in vasca di circa 20 minuti, uno o due bagni al giorno, a seconda del caso clinico e della condizione di salute generale accertata in sede di visita medica iniziale in stanze da bagno individuali, con accesso consentito solo alla persona in cura, salvo necessità di accompagnamento e come integrazione ai bagni termali è consigliato bere l’acqua termale, fino a 1 litro al giorno, consente di aumentare la diuresi, migliorare la permeabilità della mucosa intestinale, reintegrare i liquidi e i sali persi con la sudorazione e idratare la pelle in maniera sinergica ai bagni termali".

GoGoTerme

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme