Terme ad Energia Zero in Piemonte

Pubblicato: 15/04/15 12:04

Grand Hotel Royal Terme di Valdieri rappresenta l'eccellenza italiana nel progetto europeo "Nearly Zero Energy" dove l'acqua termale diventa fonte energetica.
L'Istituto Superiore sui Sistemi Territoriali per l’Innovazione, supervisiona il progetto di riqualificazione che ha l'obbiettivo di ridurre i consumi ottimizzando lo sfruttamento delle risorse naturali. Acqua termale come fonte di riscaldamento termico ma anche traducibile in energia elettrica attraverso turbine idroelettriche.

Il Turismo è il motore del nostro Paese, forse l'unico capace di resistere alle continue sollecitazioni del dissesto economico e gli albergatori si trovano ad essere alfieri, nel delicato compito dell'attrazione e dell'intrattenimento, portatori di un messaggio che non sia quello dello sfruttamento ad ogni costo del paesaggio e delle sue risorse ma dell'intelligente trasformazione della natura in energia pulita.

Le acque termali sono solfuree solfato-cloruro-sodiche ipertermali tra i 50 ed i 75 gradi con pH 9.4, decisamente alcalino. Le Terme di Valdieri sono convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale: "Il principio attivo di queste acque è lo zolfo che viene assorbito dall'organismo come zolfo elementare e, attraverso la cute, come acido solfidrico e polisolfuri, notevolmente diffusibili attraverso la mucosa intestinale, bronchiale e genito-urinaria. L'attività antinfiammatoria, antalgica, antisettica, antiessudativa ed eutrofica dell'acqua termale di Valdieri, la rende indicata nel trattamento di affezioni dell'apparato locomotore, otorinolaringoiatriche, broncopneumologiche, dermatologiche e di alcune forme ginecologiche".

Nel 1500 il Comune di Valdieri pensa ad uno stabilimento per i bagni, ma solo nel 1755 Re Carlo Emanuele III decide di utilizzare le proprietà delle sorgenti e viene ideato un edificio in legno detto "Il Baraccone" che avrebbe ospitato le Terme. L'ascesa di Napoleone incombe sui progetti piemontesi ed occorre attendere l'estate del 1833 per vedere Re Carlo Alberto in soggiorno nella località.
Nel 1855 Camera e Senato, presenti a Torino, votano la legge che prevede la vendita delle sorgenti e dello stabilimento termale da parte del Regio Demanio e del Comune ad una Società ad hoc, Cavour dichiara: "La località di Valdieri è la più ricca di acque salutari che esistano nello Stato e forse anche in tutta Europa. Io per vero non so se esista altra località in cui si trovi riunita una sì gran varietà di acque efficacissime" dello stesso avviso il re Vittorio Emanuele II che in zona erige la residenza estiva ed alle Terme arrivano gli chalet, due dei quali restaurati ed ancora oggi presenti. Nel 1857. a luglio, Vittorio Emanuele II decreta la nascita dell'Hotel Royal Centro Benessere di Terme di Valdieri.

GoGoTerme

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme