Se l'estate finisce a sorpresa, naso al freddo e acqua termale

Pubblicato: 12/09/16 15:09

Le malattie infettive delle alte vie respiratorie sono conseguenza delle basse temperature, ma sono anche prodotte dagli sbalzi repentini della temperatura e dagli alti tassi di umidità dell’aria.
Non occorrerebbe dunque entrare nella stagione fredda, né che la temperatura fosse costantemente rigida, basta uno sbalzo termico inaspettato che coglie di sorpresa ad esempio chi spera nel prolungarsi del bel tempo e del caldo estivo.

A sentire gli esperti specialisti di Tabiano le variabili in grado di determinare una diminuzione delle difese immunitarie a livello delle alte vie aeree sembrerebbero già tra noi.
Tra i 10 ed i 12 anni gli effetti virulenti si fanno sentire di più, così come nelle età più avanzate.
Le cure termali con acqua sulfurea sono spesso consigliate nei soggetti esposti a queste malattie, poiché avrebbero "una spiccata attività mucolitica svolgendo una azione normalizzante e rivitalizzante sulle mucose delle vie aeree".

"Le infezioni di più frequente riscontro sono senza dubbio quelle nasali, da imputare nella maggioranza dei casi a causa virale: si definiscono rinite acuta, oppure comunemente raffreddore" spiega lo specialista in broncopneumologia di supporto al team presente nella struttura termale di Salsomaggiore e Tabiano.

Perché prendiamo come esempio Tabiano? L'acqua termale viene qui utilizzata per la cura e la prevenzione delle malattie di bronchi, orecchio, naso, gola e pelle poiché sali minerali quali solfati, calcio, bicarbonati e magnesio la renderebbero indicata per il trattamento delle affezioni delle vie respiratorie di tipo catarrale, iperreattivo ed allergico. 

Tra le risposte offerte dalla equipe medica di Tabiano troviamo anche che "La gola è comunemente colpita da infezioni nel periodo freddo, e anche qui generalmente la causa è virale, benché sia più frequente una successiva sovrapposizione batterica. In questo caso vengono interessate la faringe, il laringe e, se presenti, anche le tonsille".

Tra i consigli utili per limitare e contenere questi disturbi ci sono: riposo, assunzione di liquidi, antipiretici, antiinfiammatori e, solo se necessari, antibiotici.
Si tratta di affezioni che determinano "la presenza di secrezioni catarrali nelle fosse nasali, nei seni paranasali, in rinofaringe e nel tratto faringolaringeo; perché, tra l’altro, le infezioni possono alterare l’apparato mucosecernente delle alte vie respiratorie, modificando qualitativamente e quantitativamente la secrezione catarrale, nonché la funzionalità delle cilia vibratili presenti a livello della mucosa respiratoria e necessari per il trasporto e l’eliminazione del muco".

Presso lo stabilimento è nota l’acqua sulfureo-solfato-calcica che risulterebbe indicata per la sua azione preventiva verso le malattie da raffreddamento, determinerebbe la normalizzazione della produzione degli anticorpi di superficie aumentando le difese locali e, come spiega lo staff "Accanto alle tradizionali cure inalatorie per le alte vie aeree, rivestono una importanza a volte determinante quelle cure per la detersione ed il lavaggio delle fosse nasali denominate irrigazione nasale e doccia nasale micronizzata che sono da noi consigliate in tutte quelle patologie del naso e dei seni paranasali dove è richiesta una azione di detersione e lavaggio dei ristagni di muco e delle formazioni crostose talora presenti in queste affezioni".

L'acqua minerale, acqua meteorica purificata da rocce di calcare-cariato formatesi nella zona tabianese nel periodo messiniano attraverso un lungo percorso nelle profondità della terra, proviene da sorgenti e da pozzi. Di caratteristica sulfureo-solfato-calcio-magnesiaca ha un alto contenuto di bicarbonati ed altissimo contenuto di idrogeno solforato. Conosciuta già nel 1800 come l'acqua più solfurea d'Europa, è considerata ancora adesso fra le acque a maggiore concentrazione di solfati e gas solfurei. 

Tra le strutture d’avanguardia, la clinica termale riabilitativa, e linee di prodotti estetici e curativi per ogni esigenza. Fra tradizione ed innovazione per il benessere, la salute e la bellezza i numerosi prodotti messi in vendita fuori dalla struttura, consentono di intervenire anche a casa sul proprio corpo, seguendo sempre le istruzioni degli specialisti di Salsomaggiore e previo consulto con il proprio medico curante.
Tra i tanti esiste ad esempio Naso Clean, una soluzione cloruro-bicarbinato-sodica con aggiunta di acqua termale sorgiva di Tabiano "da spruzzare per 2 secondi all'interno di ogni narice, inspirando dolcemente fino al passaggio del prodotto in gola", consente dopo circa 1 minuto di poter soffiare il naso, chiudendo una narice per volta, liberandolo dal muco. 

GoGoTerme

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme