Lamezia, tra Terme e Wine Fest

Pubblicato: 28/12/14 16:12

Le Terme di Lamezia sono annoverate tra le sorgenti più apprezzate della Calabria ed in particolare quella di San Biagio, anche detta nell'XI secolo "acque calde del Nocato o di Nicastro". Scoperte da alcuni pastori nel '700 sono anche conosciute come sorgenti dei SS. Quaranta che bagnavano la contrada dei Santi Quaranta Martiri. L'incontro con il fiume Bagni vede la vasca più calda prendere il nome di Caronte, il navicellaio dell'Inferno.

27 e 28 dicembre a Palazzo Nicotera. Ma proprio Lamezia Terme da alcuni anni ospita il Wine Fest particolarmente apprezzato nel lametino dove i Greci chiamavano Enotria la terra del Sud, ovvero terra del vino: mito e leggenda trovano spazio tra archeologia, scienza enologica, cultura e tradizione.
"Dal Pollino allo Stretto c’è un fervore di iniziative: si rinnovano etichette vecchie e ne appaiono altre inedite, c’è chi espianta vigneti obsoleti, chi riprende colture dimenticate, molti riscoprono vitigni ritenuti estinti" è importante l'uva ma anche saperla usare, per questo è necessario confrontarsi tra viticoltori.

"Dal Cirotano al Lametino, dalla Valle del Crati a quella del Savuto, da Verbicaro a Bivongi, a Bianco" sono eccellenti i vini, ma lo è altrettanto l'habitat di origine riconoscibile nel gusto, nella vista e nell'olfatto di quei calici levati e fatti respirare, è nello schiudersi del vino che si apre il territorio.

GoGoTerme

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme