​Fango e cellulite: binomio evergreen, come l'abete

Pubblicato: 06/11/14 11:11

 Sulle misure da modella incombe il panettone e come ci raccontano le cronache, quando ai primi di novembre gli spot sui media iniziano a ricordare l'imminente arrivo delle festività, si arriva ad "ingrassare a vista" davanti ai vari panettoni, pandori, panforte & co.

Tra i trattamenti più efficaci contro la cellulite ci sono i trattamenti termali che prevedono l’uso combinato di acqua e fanghi. L’acqua è curativa per la pelle: immergersi in vasche idromassaggio dove aria e liquido vengono soffiati dal basso verso l’alto significa poter stimolare la circolazione sanguigna sia venosa che arteriosa, aiutando così i tessuti ad eliminare i liquidi e ottenendone sollievo, specie per coloro che si sentono le "gambe pesanti".

Notevole l’impiego dei fanghi che alternati alle corrette tecniche di massaggio consentono l’assorbimento di quei principi attivi che sciolgono la cellulite e drenano i liquidi con un effetto rassodante per il corpo. I fanghi sono una miscela di materiale ferroso, per lo più argilla, e le acque termali, poi sono ricchissime di minerali. A seconda del trattamento da eseguire vengono aggiunti altri principi attivi: vitamine, fitoestratti ed oli essenziali che ne aumentano notevolmente l’efficacia.
Le terapie eseguite con l’uso dei fanghi svolgono una funzione antinfiammatoria ed analgesica, rilassano i muscoli ma stimolano anche funzioni dell’organismo, ad esempio quella immunitaria.

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme