Terme da Social Traveller: preferite Val d'Orcia e Saturnia

Pubblicato: 01/02/16 15:02 da

Una fan page Facebook da anni ai primi posti per engagement, ha analizzato i comportamenti negli interessi di viaggio degli utenti web, mettendo in evidenza trend e preferenze.
Ma chi sono i social traveller? L'identikit di un social traveller corrisponde a quella dell'utente medio che rivolge domande alla piazza virtuale ed attende feeedback, segue i consigli e li condivide, effettua scelte sulla base di input e le rilancia agli amici, acquista on line e sfrutta finestre last minute e promozioni stagionali in un batter di click.
Nella maggior parte dei casi si tratterebbe di donne, le più attive sui Social, brave nel commentare le altrui esperienze così come suscitare riflessioni riguardo le proprie. La fascia d'età, o il target dell'ospite, è quella che va dai 25 ai 35 anni.


Un'analisi, quella compiuta da PaesiOnLine, che vede in aumento le preferenze per le località italiane, soprattutto per quanto riguarda le terme toscane. Le Cascate del Gorello a Saturnia e Bagni San Filippo a Castiglione d'Orcia, entrambe mete toscane, sono risultate al top delle scelte. Dalle terre di Siena a Grosseto e la Maremma.

Ritrovamenti archeologici romani e testimonianze di frequentazione risalenti a Medioevo e Rinascimento fanno di Terme San Filippo un luogo ricco di storia.
I nomi degli ospiti che hanno soggiornato stanziando sulle rive delle sorgenti sono illustri, da Lorenzo il Magnifico a Machiavelli.

Le acque sono solfuree-solfate-calciche-magnesiache ipertermali dalle proprietà analgesiche, antinfiammatorie e miorilassanti per le articolazioni e anticatarrali, fluidificanti e antimicrobiche per le mucose. Il fango naturale da esse depositato, addizionato con argilla e lasciato maturare a lungo in apposite vasche, viene manipolato con metodi ancora tradizionali e raccolto in secchi immersi nel calore delle stesse acque.

Alle Terme San Filippo lo staff spiega "Il nostro intento è quello di conservare la sapienza scaturita dall'antico concetto di terme, rispettose della natura, che da secoli costituiscono un vanto per l'Italia intera e per la Toscana in particolare".

Alle Terme di Saturnia è presente una sorgente termale dalle caratteristiche eccezionali. "L’acqua piovana, dopo un percorso in profondità che parte dalle viscere del Monte Amiata, impiega circa quarant’anni per filtrare, goccia a goccia, attraverso le micro-fessure dei calcari cavernosi. Mentre una copertura argillosa, dello spessore di 60 metri, la isola da ogni contatto con l’esterno".
 Sulfurea-carbonica-solfata-bicarbonato-alcalina-terrosa. Pura ed arricchita da un’alta concentrazione di gas e sali minerali l'acqua rivede la luce in una grande piscina termale naturale alla temperatura di 37,5°.

Usata in dermatologia per trattare acne, eczemi, psoriasi, dermatiti allergiche, dermatosi seborroiche e forfora del cuoio capelluto o micosi. In otorinolaringoiatria per faringiti croniche, tonsilliti croniche, rinite cronica, rinite allergica, sinusite cronica, sordità rinogena. Per l'apparato respiratorio davanti a bronchiti croniche, sindrome rino-sinuso-bronchiale cronica. L'apparato locomotore ne giova per artrosi lombare, cervicale, dell’anca, reumatismo cronico mono e poliarticolare, esiti post-traumatici dell’apparato locomotore o paramorfismi. Per l'apparato digerente nel trattare dislipidemie, dispepsia, stipsi, piccola insufficienza epatica. L'apparato vascolare ne tra beneficio per insufficienza veno-linfatica degli arti inferiori e vasculopatie periferiche.

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme