Lavorare alle Terme: la selezione del personale

Pubblicato: 28/03/16 10:03 da

Le strutture termali puntano la propria qualità sulla materia prima, in molti casi sul territorio nazionale acqua e fango sono classificati come eccellenti attraverso parametri standard, viene poi affidato un ruolo di "completamento" alle risorse umane.
Il personale medico destinato ad accogliere e visitare i pazienti è coordinato da un Direttore sanitario che imprime un proprio stile ed una filosofia al Centro termale, ma l'intero staff deve essere accuratamente selezionato poiché la concorrenza è alta ed il gradimento da parte dell'ospite risulta sempre più il gettone meglio spendibile sui Social e di conseguenza sul mercato internazionale.

Stare bene significa anche trovarsi a proprio agio; l'aumento dei servizi ha fatto crescere le aspettative non solo sui trattamenti classici, ma anche sulle tecniche e pratiche alternative e sull'enogastronomia ad esempio.
Sono molti i giovani e meno giovani che hanno indirizzato la loro professione, già acquisita o in fase di formazione, verso il settore turistico ricettivo associato al termalismo.

Per avere un esempio concreto sul ruolo della selezione basta guardare alle Terme di Rabbi che apriranno la stagione il 23 maggio e nelle scorse settimane hanno aperto le porte ad aspiranti collaboratori della struttura:
un estetista con abilitazione professionale al massaggio linfodrenante, anti-stress e decontratturante, un fisioterapista diplomato da impiegare per 40 ore settimanali, ed un secondo chef con almeno 2 stagioni di esperienza e con titoli e referenze che sono sotto valutazione da parte del Consiglio di Amministrazione della struttura in questi giorni.

La Val di Rabbi, laterale della Val di Sole, è tra le più suggestive del Trentino, nel Parco Nazionale dello Stelvio: verdi prati, cime innevate, impetuosi corsi d'acqua, ricca flora e fauna. Una esperienza di vita per l'ospite, ma anche per lo staff chiamato ad affrontare una intera stagione ad alti livelli.

Fin da tempi remoti le proprietà curative dell’acqua ricca di sali minerali, acidula, ferruginosa, sodica e con un’alta concentrazione di anidride carbonica, sono ben note, Maria Teresa d’Austria le definiva “elisir naturale”, il resto del soggiorno è affidato all'accoglienza.

Ultimi articoli

Sospesi in una Grotta termale: effetti speciali in Toscana

​La residenza di campagna del poeta toscano Giuseppe Giusti è oggi un prestigioso resort immerso nella Toscana tutto da scoprire

  • Pubblicato: 06/06/16 16:06

Terme di Venturina, brezza marina sul Cratere di Toscana

La brezza marina raggiunge le sorgenti termali

  • Pubblicato: 24/06/16 12:06

Tra la via Emilia e il wellness: i segreti di Castel San Pietro

Un’attenzione particolare è riservata ai bimbi, che si sottopongono a cure inalatorie per le affezioni delle prime vie aeree

  • Pubblicato: 23/06/16 15:06

Le acque di Sirmione e San Pellegrino conquistano la Cina

Quando a fare selezione sono i grandi esperti internazionali a caccia di location irrinunciabili

  • Pubblicato: 22/06/16 15:06

Weekend di cibo vero e benessere alle Terme di Saturnia

Prima edizione della rassegna enogastronomica e wellness al Parco Termale di Saturnia

  • Pubblicato: 21/06/16 14:06

Benessere: Firenze scopre ipnosi ed aromaterapia in acqua

Sileno Cheloni, Maitre Perfumer di AquaFlor, crea una nuova fragranza

  • Pubblicato: 20/06/16 13:06

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme
{* *}