Hammam: ecco un consiglio utile per curare il raffreddore

Pubblicato: 31/01/16 15:01 da

 Luogo di relax per eccellenza tipico della cultura mediorientale, non troppo diverso dalla classica sauna, il bagno di vapore prevede vari trattamenti benessere alternati a lavaggi del corpo, e può comprendere fangature e massaggi.
"Sapevi che l’Hammam.." domanda lo staff del grande Centro Benessere Asmana, alle porte di Firenze, introducendo così una serie di informazioni e consigli utili per vivere nel modo migliore una delle discipline più amate dagli ospiti delle strutture termali.

L'Hammam purifica la pelle e l'organismo eliminando le scorie e le sostanze tossiche dal fegato e dai reni, migliora la circolazione poiché l'effetto caldo-freddo esercita una ginnastica vascolare, attenua il dolore articolare, contrasta le malattie infettive poiché il calore aumenta la reattività del sistema immunitario, cura il raffreddore e riduce lo stress grazie all'azione decongestionante e rilassante, migliora infine il metabolismo rendendo più facile il dimagrimento.

Le fasi dell'hammam, i singoli step e la loro successione sono determinanti, per questo il personale qualificato accompagna l'ospite impartendo le giuste indicazioni prima di iniziare il trattamento: "La reidratazione del corpo è determinante, è bene pensarci sia all'inizio che alla fine del percorso. Il primo step è il Tepidarium, all'interno del quale il corpo si adatta all'umidità durante i 10-15 minuti di sosta, poi si effettua un Bagno a vapore “purificante” di 15-20 minuti. Fare una doccia fredda serve poi a riattivare la circolazione e tonificarsi prima di abbandonarsi ad un bagno nella vasca ottagonale per poi sedersi a riposare sulle panche di pietra riscaldate per almeno 15 minuti. Nella Stanza della Schiuma è importante rilassarsi nuovamente con un massaggio alla schiuma di sapone per poi farsi una doccia calda. A questo punto del percorso è necessario sedersi nuovamente a riposare sulle panche di pietra riscaldate per altri 15 minuti prima di fare un secondo bagno nella vasca ottagonale. A questo punto il corpo è pronto per effettuare nuovamente un Bagno a vapore “sensoriale” di 15-20 minuti e fare una doccia fredda per riattivare la circolazione e tonificarsi prima di un ultimo bagno nella vasca ottagonale. A questo punto occorre riposarsi o dormire per almeno 30 minuti. Importante infine reidratarsi bevendo tisane o acqua".

Dall'esperienza è possibile trarre anche alcuni insegnamenti per evitare spiacevoli sorprese "Consigliamo di entrare nei bagni a stomaco vuoto o subito dopo aver mangiato. Raccomandiamo di non sostare nel bagno di vapore più di 20 minuti ed in ogni caso, qualora l'ospite avvertisse debolezza oppure uno stato di malessere, è consigliato uscire subito".

"Dopo ogni bagno di vapore è obbligatorio fare una doccia - spiegano ancora da Asmana - così come prima e dopo l’uso dell’Hammam è opportuno reidratare adeguatamente il corpo bevendo acqua o tisane. Infine dopo l’uso dell’Hammam è consigliato rilassarsi almeno 30 minuti".

Controindicazioni? "È controindicato l’accesso, salvo specifico e stretto controllo medico, alle persone affette da alcune patologie, oppure in determinate circostanze, ad esempio: soffrire di malattie cardiovascolari, avere una pressione alta non controllata oppure troppo bassa, soffrire di malattie acute e stati febbrili, soffrire di vene varicose, essere affetti da tumori maligni, soffrire di epilessia, durante le mestruazioni od in stato di gravidanza".

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme
{* *}