Dermatiti, pelle sotto stress: i consigli dello staff Terme di Sorano

Pubblicato: 18/02/18 09:02

Il centro termale di Sorano riapre nel febbraio 2018 con alcune novità ed è in atto una campagna social rivolta a far conoscere le nuove dotazioni della struttura ospitata dal paesaggio della Maremma toscana. 
Dall’8 Gennaio al 23 Febbraio 2018 la chiusura stagionale e nel mese di Febbraio e Marzo la struttura è aperta solo durante i week-end.

 L’acqua termale di Sorano è bicarbonato-magnesio-calcica, con una temperatura costante di 37,4° si distingue dalla quasi totalità delle acque termali esistenti nel territorio nazionale, la struttura eroga servizi terapeutici finalizzati alla cura delle malattie dermatologiche ed in particolare ai soggetti affetti da psoriasi e dermatiti.

Tra le patologie trattate in ambiente termale c'è la dermatite seborroica, patologia che vede lo staff di Sorano particolarmente specializzato. Per tutta la durata del soggiorno, è garantita infatti l’assistenza medica dello staff di specialisti del centro termale.

Di cosa si tratta? "La Dermatite Seborroica si caratterizza per uno spiccato andamento stagionale. Nei mesi autunnali e in quelli primaverili si verifica un aggravarsi di questo problema cutaneo, che tende invece a migliorare nel periodo estivo quando, in particolar modo al mare, l’azione seboregolatrice garantita da sole e acqua marina contribuisce alla rigenerazione cutanea. Il momento più critico è l’inverno. I dati clinici hanno infatti riscontrato che il contatto diretto delle aree del corpo lese con gli abiti di lana provoca un peggioramento. A complicare la situazione concorre anche il costante stress a cui si sottopone la pelle a causa del passaggio dagli ambienti caldi interni come casa, ufficio e negozi, a quelli esterni contraddistinti da temperature basse. Da non dimenticare, infine, i bruschi passaggi di umidità dovuti ai riscaldamenti, che d’inverno acuiscono lo stress a cui è sottoposta la pelle".

Come interviene la terapia termale di Sorano? "Si tratta di una terapia naturale, priva di effetti collaterali che grazie alle proprietà lenitive ed emollienti, calmanti ed anti-infiammatorie dell’acqua termale di Sorano, porta ad un miglioramento clinico riducendo prurito ed arrossamento. Molti bambini colpiti proprio da questo tipo di patologie, riescono con questa cura naturale basata quindi sulla balneazione, a curare la loro pelle.
La terapia termale priva di effetti collaterali diminuisce prurito, arrossamento e desquamazione, riduce in modo netto e duraturo i segni della malattia, migliora l’idratazione della pelle grazie ai minerali contenuti nell’acqua termale. Risultati dimostrati in fase di sperimentazione sui pazienti che hanno partecipato allo studio in fase iniziale per dimostrare la reale capacità delle acque".

Da cosa si inizia? "Il paziente viene allontanato da un ambiente contenente polveri, pollini e allergizzanti. L’eco sistema nel quale si trovano le Terme di Sorano risulta essere un ambiente favorevole alla buona riuscita di ogni tipo di terapia. Il protocollo utilizzato alle Terme di Sorano per la cura della dermatite atopica, viene definito in fase di visita medica effettuata all’inizio della cura, mediante una terapia personalizzata ma per lo più dei casi il ciclo termale ideale prevede un periodo minimo di 10/12 giorni".

La balneoterapia: "Prevede l’immersione nell’acqua termale di circa 10/15 minuti da effettuarsi una o due volte al giorno. Solitamente il neonato può iniziare la terapia a partire dagli otto mesi e la terapia ottimale è quella di un bagno al giorno per almeno 12-15 giorni (nei bambini) mentre di 20 giorni (negli adulti). Per i bambini più grandi invece le immersioni possono arrivare a due nell’arco della giornata"

Cerca Hotel su booking

Data check-in

Data check-out

Migliore Tariffa Garantita
offerte hotel per il tuo weekend alle terme